Cinema Fulgor: ennesima perla di un Centro Storico che orgogliosamente rinasce.

Un simbolo? Un luogo testimone dei quieti fasti della provincia italiana prima della Guerra Mondiale? Un ulteriore motivo di giusto orgoglio? No, non solo. O forse tutto questo e anche di più. E’ Rimini che rinasce e afferma una volta di più quel mix unico di cultura, territorio, storia, sensibilità che la rende unica al mondo. Questo credo sia il significato più profondo dell’inaugurazione del cinema Fulgor. L’ennesima perla di un Centro Storico meraviglioso che, pur rimanendo un’innegabile attrattiva per i turisti, non snatura certo la sua caratteristica peculiare: essere l’anima di tutti i riminesi.
Proprio pochi giorni fa l’autorevolissimo New York Times ci inseriva nella classifica dei 52 luoghi meritevoli di essere visitati su scala mondiale. I motivi di questo riconoscimento? Il cibo, la bellezza dei luoghi ma soprattutto, e nello specifico, proprio per il Cinema Fulgor. Motivazioni che sono fonte di orgoglio perché testimoniano come il nostro territorio sia famoso non solo per la vocazione balneare ma anche per il suo patrimonio culturale.
Il cinema Fulgor, la cui sala è stata ideata dallo scenografo premio Oscar Dante Ferretti, non sarà un luogo isolato da ogni contesto culturale, ma rappresenta il primo tassello di un sistema più globale che si arricchirà in futuro del Museo Fellini e che è destinato alla promozione della cultura cinematografica.
Dopo la “Piazza sull’acqua” nella zona del Ponte di Tiberio, dopo la risistemazione di Piazza Malatesta nella sua configurazione rinascimentale, ora è il momento del Cinema Fulgor e del Teatro Galli. E’ Rimini che rinasce e torna a farsi bella: per i turisti e per i suoi cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *