Educazione allai??i??affettivitAi??. Prevenire in etAi?? scolare ogni forma di violenza derivante da discriminazioni.

Approvata risoluzione che impegna la Giunta regionale a promuovere e coordinare percorsi educativi di benessere in corso nelle scuole dellai??i??Emilia Romagna.

Ho sottoscritto, in qualitAi?? diAi??capogruppo della Commissione per la paritAi?? e per i diritti delle persone,Ai??una risoluzione per chiedere alla Giunta regionale di continuare a promuovere, coordinare e vigilare, percorsi e progetti educativi finalizzati al benessere in etAi?? scolare e alla prevenzione delle patologie fisiche o psichiche in particolare tra gli adolescenti, nonchAi?? di ogni forma di violenza derivante da discriminazioni di genere.

Chiediamo inoltre di promuovere questi progetti su tutto il territorio regionale coinvolgendo la scuola, le famiglie e gli studenti e di operare affinchAi?? tutti i progetti in materia di educazione allai??i??affettivitAi?? e sessualitAi??, scelti in autonomia dagli istituti scolastici, siano supportati da adeguata formazione degli insegnanti sulle pratiche educative e didattiche e siano preceduti da una corretta informazione, coinvolgendo anche i genitori e gli studenti.

Con la risoluzione inoltre intendiamo chiedere lai??i??attivazione di una collaborazione con lai??i??Ufficio scolastico regionale per costruire un monitoraggio sulle buone pratiche progettuali attivate sul territorio regionale, nonchAi?? sui fenomeni discriminatori e di bullismo che si vogliono contrastare.

In Emilia-Romagna sono attualmente circa 70 i progetti che coinvolgono la scuola, gli ambienti di lavoro, gli operatori sanitari, avviati dalla Regione e dalle Aziende sanitarie per promuovere stili di vita sani e prevenire patologie croniche o endemiche. Tra i progetti regionali rientrano quelli di educazione allai??i??affettivitAi?? e sessualitAi??, basati su linee guida nazionali ed internazionali, che hanno come obiettivo quello di sviluppare una conoscenza del rapporto che esiste tra componente biologica e culturale delle differenze in particolare tra uomo e donna, per meglio rendere appropriati gli approcci sia educativi che sociosanitari. La convenzione sui Diritti dellai??i??Infanzia e Adolescenza dellai??i??Onu dichiara che… “lai??i??educazione deve favorire lo sviluppo della personalitAi?? del fanciullo nel rispetto dei diritti e libertAi?? fondamentali, preparandolo ad assumere la responsabilitAi?? della vita in una societAi?? libera, in uno spirito di comprensione, di pace, di tolleranza, di uguaglianza tra i sessiai???.

Essere informati attraverso fonti diverse dal solo internet (indispensabile, ma che puA? essere ingannevole se non si hanno gli strumenti adatti per comprendere) A? la prima forma di prevenzione di ogni forma di discriminazione di genere e di valorizzazione delle differenze.

LEGGI LA RISOLUZIONE: 1488

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *