Tavolo della moda, un modello per lo sviluppo della fashion valley. Fare rete per rilanciare marchi riconosciuti in tutto il mondo.

Il “Tavolo della moda” di UniRimini e del Campus di Rimini UniversitAi?? di Bologna puA? essere un modello di integrazione e sinergia tra UniversitAi?? e mondo imprenditoriale da applicare allo sviluppo della fashion valley regionale. Ho partecipato questa mattina alla presentazione del progetto del ai???Tavolo della modaai??? e dei percorsi di studio che il campus riminese dedica al settore, il corso di Laurea triennale in Culture e tecniche della moda e quello magistrale in Fashion Culture and Management.

Alla presentazione A? intervenuta lai??i??assessore regionale alle AttivitAi?? produttive Palma Costi, anche alla luce del Progetto Fashion valley, una strutturazione del comparto della moda che connetta le eccellenze, una rete tra i marchi e le imprese che si distribuiscono in tutto il territorio regionale, da Piacenza a Rimini.

Abbiamo avuto modo di approfondire il ruolo e gli obiettivi del Tavolo della moda, avviato nel 2009 e che dopo la fase di avvio si sta consolidando e ampliando. Le finalitAi?? sono quelle di facilitare il dialogo e il confronto tra il campus universitario e il sistema imprenditoriale riminese, che vanta aziende di moda dalla tradizione consolidata. Il tavolo infatti A? composto dalle principali aziende a livello provinciale, oltre che da associazioni imprenditoriali e di categoria, rappresentando cosAi?? lai??i??intero settore nelle sue ramificazioni. Inoltre rappresenta ovviamente unai??i??opportunitAi?? importante per gli studenti per fare esperienza diretta in un settore in continua evoluzione attraverso tirocini e laboratori. Unai??i??opportunitAi?? da sfruttare anche da parte delle aziende, che attraverso il rapporto con lai??i??UniversitAi?? possono potenziare i loro percorsi di ricerca e sviluppo, elementi indispensabili per le aziende che vogliono mantenere e accrescere la propria competitivitAi??. Creare sinergie tra il mondo dellai??i??universitAi?? e della ricerca e le imprese del territorio serve per accrescere la qualitAi?? della produzione, per stimolare lai??i??innovazione e valorizzare il know how di un comparto che rappresenta unai??i??eccellenza italiana e soprattutto emiliano romagnola.

E’ perciA? fondamentale una collaborazione concreta e operativa al servizio sia delle piccole e medie imprese che delle grandi realtAi?? produttive.

Il comparto della moda in regione oggi conta piA? di 7.200 imprese per la parte manifatturiera (5,5% delle imprese regionali), circa 52 mila addetti (5,1%), un export di 4,6 miliardi di euro. Al Campus di Rimini sono circa un migliaio gli studenti che frequentano i corsi di studio legati alla moda.

Dopo lai??i??incontro della mattina, abbiamo visitato insieme a UniRimini alcune delle aziende che partecipano al Tavolo della moda, Aeffe e Fuzzi di San Giovanni in Marignano e Teddy di Rimini.

Ai??

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *