Tirocini, piA? tutele per garantire formazione di qualitAi??: approvato dalla Giunta il progetto di legge.

L’assessore Patrizio Bianchi: “Strumento importante per acquisire competenze attraverso il contatto con il mondo del lavoro”.

PiA? tutele per il tirocinante, un controllo preventivo e sistematico della regolaritAi?? del tirocinio prima dellai??i??avvio, una durata massima di 6 mesi per tutti i tirocini ad eccezione di quelli rivolti a persone in condizioni di svantaggio (12 mesi) e a persone con disabilitAi?? (24 mesi). Un costante monitoraggio anche qualitativo dei percorsi attivati, piA? controlli e sanzioni mirate per contrastare gli abusi. Sono le scelte di fondo della Regione Emilia-Romagna in materia di tirocini, che recepisce le nuove linee guida nazionali.Ai?? Ora inizia il percorso in Assemblea legislativa. Lai??i??entrata in vigore della legge A? prevista a partire dal 1 ottobre 2018.

ai???Questo progetto di legge A? lai??i??esito di un approfondito confronto con le parti sociali che ringrazio per il lavoro di questi mesi – spiega lai??i??assessore regionale al Lavoro e alla Formazione, Patrizio Bianchi. – In Emilia-Romagna nel 2017 sono stati attivati circa 30mila tirocini. Si tratta di uno strumento di straordinario valore per promuovere lai??i??acquisizione di competenze mediante un contatto con il mondo del lavoro. Valore che questo progetto di legge riconosce, individuando nuove modalitAi?? per rafforzarne la qualitAi?? dei percorsi ma anche per rafforzare i controlli di regolaritAi??, contrastare e sanzionare possibili abusi- aggiunge lai??i??assessore Patrizio Bianchi-. Saremo tempestivi e intransigenti con chi, soggetto promotore o ospitante, ricorrerAi?? al tirocinio, abusandone o snaturandone le finalitAi??

LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *