Valconca: continua a crescere il progetto scuola-lavoro. Visita della commissione regionale Politiche Economiche.

Questa settimana mi sono recata in Valconca assieme ad una delegazione dell’Assemblea Legislativa guidata dalla Presidente della Commissione Politiche Economiche Luciana Serri,Ai?? che ha fatto visita alle tre industrie promotrici della pionieristica iniziativa ai???Industry 4 schoolai???.

Gianluca Marchetti, titolare di MT Srl, ha fatto gli onori di casa, accogliendoci e illustrandoci il Progetto avviato in autunno in collaborazione con ben tre Istituti Tecnici Industriali del territorio circostante. In rappresentanza delle imprese erano presenti anche Raffaella Pettinari (FOM Industrie) e Pietro Donati (Universal Pack). Gli imprenditori, molto lusingati per lai??i??interesse dimostrato dalla delegazione, hanno spiegato le motivazioni di fondo che li hanno spinti ad avviare questa avventura, che ha visto partecipare sinora oltre 60 ragazzi delle classi IV e V delle scuole tecniche locali. La forte pressione competitiva innescata dalla globalizzazione dei mercati spinge sempre di piA? le nostre aziende ad innovarsi ed investire su competenze specialistiche. Le Scuole tecniche, dal canto loro, incontrano spesso difficoltAi?? ad offrire una formazione al passo con le necessitAi?? oggettive del mondo economico. Per superare questo gap tecnologico, gli imprenditori ed i dirigenti scolastici si sono trovati dunque in sintonia, aprendosi ad un percorso di ai???contaminazioneai??? dei rispettivi mondi, a beneficio dei nostri giovani.

Alla base di questa iniziativa cai??i??A? unai??i??esigenza stringente delle imprese piA? aperte allai??i??export ed allai??i??innovazione tecnologica di disporre di capitale umano qualificato, non sempre facilmente disponibile in ambito locale: riuscire pertanto ad innescare un meccanismo virtuoso grazie ad unai??i??efficace collaborazione col mondo scolastico significa mettere in campo un robusto investimento sulle risorse umane e costituisce in prospettiva un concreto progetto di sviluppo territoriale. La determinazione di questi tre imprenditori A? molto forte e questo A? stato bene percepito da noi legislatori della Regione. A dicembre infatti A? stato insediato il Comitato Scientifico del Progetto, che ha poi scelto il nome ai???Industry 4 Schoolai??? e monitorato lai??i??andamento delle attivitAi?? formative in corso, nonchAi?? tutti gli aspetti logistici connessi (si pensi ad esempio che le imprese si sono accollate anche il costo del pullman che due volte la settimana conduce i ragazzi nelle tre aziende). Lai??i??impegno delle aziende A? notevole, in quanto le attivitAi?? di formazione rivolte ai ragazzi nelle ore pomeridiane sono garantite dai capi reparto delle tre industrie: i ragazzi cosAi??, nellai??i??ambito delle 48 ore per le IV e le successive 48 per le V, possono visitare gli stabilimenti, prendere coscienza in via preliminare del lavoro dellai??i??area software, progettazione meccanica, progettazione elettrica, progettazione elettronica, sicurezza e qualitAi??. Una vera e propria panoramica a 360 gradi dellai??i??area tecnica di tre industrie di eccellenza del nostro territorio. Il Progetto verrAi?? istituzionalizzato, cosAi?? da essere replicato nei prossimi anni e diventare un punto di riferimento per la formazione tecnica specialistica locale.

Abbiamo espresso grande soddisfazione nel constatare sia lai??i??importanza e la qualitAi?? delle tre aziende visitate, che la grande sensibilitAi?? sociale di questi imprenditori, attenti alle rispettive necessitAi?? organizzative e animati da un sincero desiderio di legare i giovani talenti al proprio territorio. Al termine della visita guidata le tre aziende hanno chiesto di valutare se e come poter immaginare una qualche forma di sostegno al Progetto ai???Industry 4 Schoolai???, cosAi?? da poterlo potenziare ulteriormente nei prossimi anni e magari replicare in altri contesti territoriali, a beneficio dellai??i??occupazione giovanile e del nostro sistema produttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *