Fusione Mondaino, Montegridolfo e Saludecio. Riflessione attenta prima di dire no.

Quello delle aggregazioni istituzionali e delle fusioni dei piccoli comuni A? un progetto indispensabile per lo sviluppo dei nostri territori e per dare un futuro di prosperitAi?? alle nostre comunitAi??. Si tratta di un percorso obbligato e quindi inarrestabile. Le battute di arresto non farebbero altro che allungare lai??i??agonia di un sistema che A? alle corde. Dalla capacitAi?? di avviare certi processi virtuosi, dalla forza e dal coraggio di portarli fino in fondo, si misura la qualitAi?? e lai??i??adeguatezza di una classe dirigente. Da soli non siamo nessuno. Noi amministratori pubblici tocchiamo ogni giorno con mano ciA? che bolle in pentola, quali sono le opportunitAi?? e quali le condizioni da mettere in campo per poterle cogliere. Eai??i?? per questo che come Amministratori di queste nostre comunitAi??, come Consigliere Regionale, sento il dovere di dire una parola chiara ai nostri cittadini, e di mettere in guardia tutti i colleghi amministratori di questo nostro territorio, in primis in questo momento tutti i consiglieri comunali di Saludecio ad iniziare dal Sindaco, dalla tentazione di fermare il percorso riformatore e aggregativo. Non sarebbe solo una potenziale sconfitta di chi si assume questa responsabilitAi??, ma sarebbe un danno arrecato allai??i??intera comunitAi??. Pare davvero insufficiente la motivazione di una maggioranza numerica dellai??i??espressione dei saludecesi partecipanti al referendum, senza considerare che si A? trattato di un referendum consultivo (ne abrogativo ne confermativo) e che quindi il risultato che ne scaturisce va interpretato da chi ha responsabilitAi?? di governo, e senza considerare lai??i??input dato dalle istituzioni democraticamente elette nel momento dellai??i??avvio del procedimento nonchAi?? la volontAi?? espressa dalla maggioranza degli elettori che hanno partecipato al voto. Non si puA? mortificare lai??i??opinione di tanta gente che in grande maggioranza ha indicato la strada dellai??i??unitAi?? e della fusione, compresi quei saludecesi che sul momento non hanno ritenuto di esprimersi e di quelli che seppure in minoranza, hanno comunque scelto la strada dellai??i??aggregazione. Per tutto ciA? mi sento in dovere di rivolgere un appello al Sindaco Polidori e ad ognuno dei Consiglieri comunali di Saludecio di proseguire con coraggio nella strada intrapresa. Su di loro peserebbe la responsabilitAi?? della rinuncia e del progressivo impoverimento delle nostre comunitAi??.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *